Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Immagine dell'articolo

Contenuti del sito

Il Bayern Monaco ha licenziato un suo dipendente per razzismo

Immagine dell'articolo

Un dipendente del Bayern Monaco è stato licenziato per commenti razzisti nei confronti di Eric-Maxim Choupo-Moting e Serge Gnabry, secondo 'Sportbild'

Questo fatto è avvenuto nell'agosto 2020. Uno dei dipendenti bavaresi, del settore giovanile, ha avuto la risoluzione del contratto "di comune accordo", secondo una nota del club.

L'allenatore è stato accusato di aver fatto commenti razzisti e discriminatori in una serie di messaggi, che inizialmente ha negato ma poi ammesso all'epoca.

"Non portare a casa persone come loro", avrebbe detto a sua figlia durante una visita al centro di allenamento del club, secondo Bild.

Testimoni di questo evento lo hanno prontamente segnalato alla direzione del club, che senza esitazione ha licenziato il colpevole con effetto immediato.

07/03/2022

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

25 MAG 2022

La vendita del Chelsea è stata approvata

finisce l'era Abramovich

25 MAG 2022

La Roma vince la Conference League

1 a 0 con gol di Zaniolo

24 MAG 2022

Giro d'Italia: a Hirt la difficile tappa con il Mortirolo

davanti a Thymen Arensman

23 MAG 2022

Risolto il giallo della medaglia di Pioli

è stata riconsegnata ai Carabinieri

23 MAG 2022

Partito il Roland Garros

subito in campo Nadal

22 MAG 2022

Il Milan è campione d'Italia, retrocede il Cagliari

vittoria a Sassuolo per i rossoneri, pareggio per i rossoblu