Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Immagine dell'articolo

Contenuti del sito

La vendita del Chelsea è stata approvata

Immagine dell'articolo

I 19 anni di proprietà del Chelsea da parte di Roman Abramovich stanno per finire dopo che il governo britannico ha approvato la vendita del club della Premier League da parte dell'oligarca russo sanzionato a un consorzio guidato dal comproprietario dei Los Angeles Dodgers Todd Boehly.

Il governo doveva essere sicuro che Abramovich, che era stato sanzionato per i suoi legami con il presidente russo Vladimir Putin dopo l'invasione dell'Ucraina, non avesse tratto profitto dalla vendita forzata del club che il suo investimento si è trasformato in uno dei più riusciti nel calcio europeo.

I vincitori della Coppa del Mondo per club FIFA in carica e i campioni europei del 2021 saranno venduti per 3,1 miliardi di dollari, il prezzo più alto in assoluto per una squadra sportiva, con l'approvazione della Premier League già concessa martedì.

Il Chelsea opera su licenza governativa da quando i beni di Abramovich sono stati congelati a marzo e scade il 31 maggio.

"Date le sanzioni che abbiamo imposto a quelli legati a Putin e alla sanguinosa invasione dell'Ucraina, il futuro a lungo termine del club può essere assicurato solo con un nuovo proprietario", ha detto il segretario alla cultura britannica Nadine Dorries. "Siamo soddisfatti che il ricavato della vendita non andrà a beneficio di Roman Abramovich o di altri soggetti sanzionati".

Ci sono state settimane di discussioni tra i funzionari del Chelsea e il governo sulla garanzia della garanzia che Abramovich non poteva ottenere finanziariamente. I proventi della vendita andranno inizialmente su un conto congelato prima di andare in beneficenza.

"Inizieremo ora il processo per garantire che i proventi della vendita vengano utilizzati per cause umanitarie in Ucraina, sostenendo le vittime della guerra", ha affermato il governo britannico in una nota. "I passi di oggi garantiranno il futuro di questo importante bene culturale e proteggeranno i tifosi e la più ampia comunità calcistica".

I ritardi nell'approvazione della vendita erano incentrati sul destino di $ 2 miliardi prestati al Chelsea da Abramovich dal 2003 che ha fornito i fondi per costruire una squadra che ha vinto 21 trofei durante la sua proprietà. Erano necessarie assicurazioni del governo da parte di Abramovich, che non ha condannato la guerra della Russia in Ucraina, sulla cancellazione del debito legato alle società da lui controllate.

Boehly ha già iniziato a partecipare alle partite del Chelsea nelle ultime settimane da quando il club ha approvato la vendita al consorzio che comprende anche il proprietario principale dei Dodgers Mark Walter, il miliardario svizzero Hansjorg Wyss e il finanziamento della società di private equity Clearlake Capital.

25/05/2022

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

27 GIU 2022

La Roma si ritira dal Trofeo Gamper

il Barcellona valuta azioni legali

27 GIU 2022

E' partito il torneo di Wimbledon

primo turno con difficoltà per Djokovic e Alcaraz

26 GIU 2022

Paltrinieri si prende il bronzo anche nella staffetta

nella staffetta mista di fondo, nel Lupa Lake

26 GIU 2022

MotoGP: Bagnaia vince ad Assen

secondo Bezzecchi e terzo Vinales

25 GIU 2022

Mondiali di nuoto: Paltrinieri oro nei 1500 sl

grandissima prestazione dell'azzurro

25 GIU 2022

Futsal Serie A: Italservice Pesaro campione d'Italia

sconfitta in gara-3 la Feldi Eboli